Dr. Natale, Relatore al Congresso del gruppo Odontoiatria Italia - Odontoiatria Italia Network Group.

Linea divisoria stick bar 1250x5
Vai ai contenuti
Dott. Massimo NATALE
Massimo Dr. Natale
Laureato nel 1993 in Odontoiatria e Protesi dentaria, con lode e pubblicazione, si interessa fin da subito alla chirurgia orale e all’implantologia, che ha iniziato a praticare nel 1995 ad modum Branemark. Negli anni, ha percorso con passione e approfondimento tutte le strade dell’implantologia, dalle connessioni interne a quelle esterne, dai bifasici ai monolitici con saldatura intraorale, approfondendo tematiche di chirurgia avanzata con gli autori più importanti (rigenerazione con membrane riassorbibili e non riassorbibili, ricostruzioni mascellari con tecnica di Fouad Khoury, impianti zigomatici, gestione dei tessuti molli perimplantari). Negli ultimi quindici anni, si occupa quasi esclusivamente di chirurgia orale, rigenerazione, implantologia a lembo e guidata, riabilitazioni full-arch a carico immediato e odontoiatria digitale. Di recente, ha maturato importanti esperienze cliniche sulla tecnica Socket-shield. Relatore in convegni nazionali e internazionali, e Autore di pubblicazioni su riviste del settore, a tematica implanto-protesica e flusso di lavoro digitale. Convinto assertore delle nuove tecnologie (Guided surgery, Cad/Cam, impronta digitale, radiologia 3D e sistemi ingrandenti), è utilizzatore del work-flow digitale (Cone-beam e Scanner intraorale) fin dal 2011. E’ socio IAO, ITI e socio attivo AIOM. Dal 1994, esercita la libera professione nel proprio Centro Odontoiatrico in Capo d'Orlando.

RELAZIONE: La Socket Shield su elemento singolo e nei full-arch post-estrattivi

PROGRAMMA
  • Illustrazione della tecnica Socket-shield: definizione e letteratura;
  • Indicazioni cliniche sull’uso della tecnica: protocollo operativo;
  • Osservazioni sulle modifiche del buccal-plate in seguito ad estrazione in zona estetica;
  • Tecniche di mantenimento del buccal-plate without Socket-shield;
  • Socket-shield a mano libera o chirurgia guidata? Le ragioni di una scelta;
  • La Socket-shield nell’elemento singolo;
  • La Socket-shield nei casi complessi: i full-arch post-estrattivi.


OBIETTIVO
Il mantenimento dei volumi tissutali rappresenta un obiettivo primario della moderna implantologia. Nei casi di impianti post estrattivi, specie in zone estetiche, tale problematica diventa prioritaria e di complessa gestione, e in genere prevede la preservazione e la ricostruzione dei volumi sia dei tessuti duri che dei tessuti molli, tramite innesti di biomateriali e tessuto connettivale. La Socket-shield (o P.E.T., Partial extraction terapy) consente in un unico atto chirurgico, spesso mini-invasivo, la conservazione dei tessuti sia duri che molli, preservandoli dal riassorbimento e consentendo un perfetto mantenimento di papille e parabole gengivali. L’Autore, in questi ultimi anni, ha maturato una importante esperienza sulla Socket-shield, applicandola sia nei singoli elementi che nei casi complessi, come i full-arch post-estrattivi. Tramite foto e video ad alta definizione, verranno illustrate le tecniche di preparazione dello shield vestibolare e l’intera gestione del sito, dal posizionamento implantare (spesso con chirurgia guidata) alla costruzione del provvisorio intraoperatorio, fondamentale ai fini del successo protesico ed estetico finale.
Per informazioni

SEGRETERIA ODONTOIATRIA ITALIA
segreteria@odontoiatriaitalia.com
_________________________
VVDent.it © Copyright 2017 - All rights reserved
© Odontoiatria Italia - All right reserved - segreteria@odontoiatriaitalia.com
© 2018 Odontoiatria Italia - All right reserved - segreteria@odontoiatriaitalia.com
Torna ai contenuti